Leu è proprio una ‘cosa’, un’accozzaglia di persone: il loro programma è abolire tutto quello che hanno votato fino ad ora.

Leu è proprio una ‘cosa’, un’accozzaglia di persone: il loro programma è abolire tutto quello che hanno votato fino ad ora.

Cosa ne pensa Grasso del ‘suo’ Liberi e Uguali che a Potenza governa con un Sindaco eletto dalla destra ancora non si sa. Troppo imbarazzante parlarne, anche per gli esponenti locali della nuova ‘cosa rossa’.

E Leu è proprio una ‘cosa’, un’accozzaglia di persone che tentano di ricostruirsi una verginità politica e peggio ancora di mantenere la poltrona che restando nel Pd sovraffollato avrebbero perso sicuramente.

Non che l’ambiguità della linea politica di LEU si fermi a Potenza, le incongruenze del nuovo partito dei Folino e degli Speranza sono molte e difficili da far dimenticare ai cittadini. Ad esempio, come giustificheranno agli elettori l’astensione di Folino sullo Sblocca Italia e il voto favorevole di Roberto sullo stesso scellerato provvedimento? Come giustificheranno il correre da soli alle politiche e l’alleanza con il Pd per le regionali?

Il programma è, poi, un dietrofront colossale: in pratica vogliono stravolgere tutto quello che hanno votato in parlamento, a partire dal Jobs Act e dalla legge elettorale.

Votare per Liberi e Uguali, così come votare per i 5stelle o per il Pd, porterà solo all’ingovernabilità, all’inciucio e ai governi ‘impuri’, in cui, forze politiche appartenenti a schieramenti diversi, con programmi opposti, siederanno allo stesso tavolo, imbandito di compromessi.

I cittadini dovranno subire altri Governi come quelli di Monti? O di Renzi e Gentiloni? Governi in cui la mannaia si abbatte sui cittadini o in cui la stabilità è garantita da promesse di poltrone come con i centristi alfaniani?

L’unico vantaggio che i cittadini hanno potuto trarre da questa ultima legislatura è avere imparato che il centro sinistra in tutte le sue articolazioni, comprese le stampelle, è il peggiore male che possa capitare all’Italia.

Vent’anni di Governi dei Pittella, dei Bubbico, dei Folino, in Basilicata, lo hanno ben insegnato, perché noi non dimentichiamo che questi signori, che oggi si fanno la guerra, gestiscono la nostra Terra tutti insieme appassionatamente da decenni e ci hanno solo affossato.

Sbagliare è umano, perseverare è diabolico.

Gianni Rosa, Fratelli d’Italia